News

Esplorando il futuro: le tendenze della supply chain nel 2024 secondo ASCM

In un'epoca di estrema volatilità e di crescente domanda da parte dei consumatori, i professionisti della supply chain si trovano ad affrontare una situazione di cambiamento. Riconoscendo la necessità di strategie innovative, ASCM ha stilato una lista dei 10 trend che plasmeranno il futuro delle supply chain nel 2024.

 

                                     

 

1. Supply chain digitale:

Le imprese si preparano a convertire i dati in formati digitali, facendo strada a ecosistemi interconnessi e intelligenti. Questa trasformazione sottolinea l'importanza del delicato equilibrio tra investimenti a lungo termine in automazione e soluzioni immediate per ridurre attività ripetitive.

 

2. Big data e analisi:

Sfruttare big data e analisi emerge come pietra angolare dell'efficienza. Le imprese devono essere preparate a identificare inefficienze, ridurre i costi e migliorare il servizio clienti attraverso metodi come lo scambio standardizzato di dati e la manutenzione predittiva.

 

3. Intelligenza artificiale:

In un'epoca di avanzamenti senza precedenti nel campo dell'IA, le imprese devono rivoluzionare alcuni aspetti come il sourcing intelligente, la gestione degli stock e la pianificazione delle rotte logistiche. I cobot, la visione artificiale e l’apprendimento automatico modificano infatti le operazioni della supply chain, promettendo ritorni immediati e vantaggi strategici a lungo termine.

 

4. Investimenti in sistemi e personale:

Dato che il mercato globale della tecnologia per la supply chain raggiungerà i 31 miliardi di dollari entro il 2026, diventa evidente la necessità di investimenti strategici. Strategie come l'automazione avanzata, la blockchain e le soluzioni basate sul cloud ottimizzano i networks, promuovendo la sostenibilità e migliorando la collaborazione tra imprese.

 

5. Visibilità, tracciabilità e location intelligence

La visibilità e la tracciabilità avanzate costituiscono la base per ottenere informazioni in tempo reale. Attraverso l'IA e la location intelligence, le organizzazioni acquisiscono capacità predittive senza precedenti basate su dati storici.

 

6. Gestione delle interruzioni e dei rischi:

L'interruzione della supply chain è ormai frequente ed è causata da fattori che vanno dalla congestione dei trasporti alle pandemie globali. Le imprese mirano ad essere sempre preparate a queste situazioni attraverso una gestione efficace dei rischi che prevede la diversificazione dei fornitori, il controllo degli inventari e il monitoraggio continuo.

 

7. Agilità e resilienza:

In un sistema incentrato sul consumatore, le supply chain devono prevedere, preparare e rispondere rapidamente ai cambiamenti. L'agilità richiede nuove competenze, robot collaborativi e forze lavoro flessibili, che promuovano la resilienza integrata con digitalizzazione, ottimizzazione e sostenibilità.

 

8. Cybersecurity della supply chain:

Con l'espansione globale delle supply chain, crescono anche le minacce alla sicurezza informatica. I criminali informatici non conoscono confini, motivo per cui è fondamentale il ruolo della cybersecurity nella protezione delle reti digitali.

 

9. Supply chain verdi e circolari:

Affrontando la crescente pressione da parte di vari stakeholder, le imprese si pongono ambiziosi obiettivi di sostenibilità. Il raggiungimento di supply chain verdi e circolari necessita di collaborazioni, implementazione di nuove tecnologie, formazione dei dipendenti e reporting trasparente.

 

10. Geopolitica e deglobalizzazione delle supply chain:

Conflitti geopolitici, spostamenti economici e preoccupazioni climatiche guidano il trend verso la regionalizzazione. La deglobalizzazione delle supply chain può migliorare la sicurezza, ma solleva sfide come l'aumento dei prezzi e la riduzione dell'innovazione.

 

Per ricevere il Report completo Top 10 Supply Chain Trends, contatta Jessica Mariotti: Email: j.mariotti@advanceschool.org

Vedi tutte »